Le indagini della Guardia di Finanza di Pavia procedono per verificare se vi siano i presupposti per un danno erariale da imputare a amministratori e consiglieri che permisero la fusione di Lgh in A2a senza una gara pubblica. Dopo l’esposto dei 5 Stelle e forti della sentenza dell’Anac del 2018, le accuse hanno già causato le prime reazioni. Dopo la messa in mora di amministratori e consiglieri coinvolti nella vicenda, ha scelto di dimettersi il primo cittadino del comune bresciano di Rovato, coinvolto nella operazione insieme a Lodi, Pavia e Cremona. Tiziano Belotti, da sempre contrario alla fusione, lascia la poltrona. A Cremona invece gli amministratori e il sindaco si trincerano dietro la convinzione di aver agito in modo corretto.  Ma in molti chiedono un passo indietro.Le indagini della Guardia di Finanza di Pavia procedono per verificare se vi siano i presupposti per un danno erariale da imputare a amministratori e consiglieri che permisero la fusione di Lgh in A2a senza una gara pubblica. Dopo l’esposto dei 5 Stelle e forti della sentenza dell’Anac del 2018, le accuse hanno già causato le prime reazioni. Dopo la messa in mora di amministratori e consiglieri coinvolti nella vicenda, ha scelto di dimettersi il primo cittadino del comune bresciano di Rovato, coinvolto nella operazione insieme a Lodi, Pavia e Cremona. Tiziano Belotti, da sempre contrario alla fusione, lascia la poltrona. A Cremona invece gli amministratori e il sindaco si trincerano dietro la convinzione di aver agito in modo corretto.  Ma in molti chiedono un passo indietro.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata