Cremona. Se il 2021 si è chiuso con un trend positivo, rispetto al 2020, per quanto riguarda l’occupazione lavorativa, non si può dire la stessa cosa per l’inizio del nuovo anno, che anche a causa dell’impennata dei contagi sta registrando un 30% di assenze sul posto di lavoro, recando disagi alle aziende che non sono in grado di pianificare oltre i tre mesi. Ma il peggio deve ancora venire, in quanto dal 15 febbraio ci sarà l’obbligo vaccinale per tutti gli over 50 anche per poter lavorare, e questo rischierebbe di mettere ancor più in difficoltà le aziende cremonesi.

Giuseppe Fusco

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata