A Cremona la situazione della sanità e dell’assistenza è allarmante.  L’ospedale chiede di non intasare il Pronto Soccorso per questioni non urgenti e di rivolgersi al medico di base, al privato o ai laboratori, anche per i tamponi.  I medici di famiglia che mancano sul territorio sono però 60 per un bacino di circa 100mila abitanti, mentre il servizio di scelta e revoca è attualemtne impraticabile. I contagi aumentano anche per le falle del sistema dei greenpass, con tanti positivi in circolazione, manca un serio tracciamento e la guardia medica risponde ai cittadini dopo un inaccettabile iter telefonico.  Risultato: i cittadini sono oggi più che mai abbandonati a se stessi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata