La fine di questa emergenza sarà nelle mani dei non vaccinati. Sono le parole usate dal professor Luc Montagnier, dal palco della manifestazione ‘no green pass’ di Milano che si è tenuta ieri pomeriggio e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. Il virologo francese, insignito nel 2008 del Nobel per la medicina è intervenuto davanti ad una marea umana, per dare voce a quella scienza che è stata silenziata. L’importanza dei batteri, che giustificano l’efficacia degli antibiotici nella cura del Covid, sono stati dimenticati secondo Montagnier dalle politiche sanitarie che hanno messo al primo posto la vaccinazione. Unsiero basato su una proteina che è, tra l’altro, ha detto, tossica per l’organismo umano.  Rivolgendosi poi ai colleghi medici  Montagnier ha chiesto loro di fermarsi, di non vaccinare i più giovani con questo tipo di vaccini. Durante la manifestazione, il fondatore del movimento Italexit, Gianluigi Paragone ha ricordato la statura scientifica del professore, che ha dovuto subire attacchi e discrediti sulla stampa per la sua voce fuori dal coro.Infine Montagnier ha attaccato Draghi e Macron, ricordando l’importanza delle prossime elezioni per voltare pagina. In piazza anche alcuni rappresentanti delle forze dell’ordine e dell’esercito italiano sospesi dal servizio. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata