Piacentino Sono tutti residenti nella zona i quattro giovani morti in una macchina finita nel fiume Trebbia a Calendasco (Piacenza). Si tratta di Domenico Di Canio, 22 anni, di Borgonovo, William Pagani, 23 anni di Castelsangiovanni, Elisa Bricchi, 20 anni, di Calendasco e Costantino Merli, 22 anni di Guardamiglio, in provincia di Lodi. I corpi dei quattro sono stati estratti da un’auto che un pescatore ha trovato inabissata per metà nelle acque del fiume. Pare che dei ragazzi non si avessero più notizie da lunedì: l’ipotesi degli investigatori è che si sia trattato di un incidente stradale. I quattro giovani avevano trascorso una serata insieme per festeggiare il compleanno di uno di loro. Secondo le informazioni fino ad ora raccolte dagli inquirenti pare che i ragazzi abbiano fatto tappa in un bar di San Nicolò, lungo la via Emilia Pavese. Più tardi si sarebbero spostati in un altro locale alla periferia ovest di Piacenza. Prima di terminare la serata e raggiungere le rispettive abitazioni, forse i giovani hanno pensato di fare una deviazione lungo l’argine del fiume per stare ancora un po’ insieme. Purtroppo lungo l’argine del fiume Trebbia a Calendasco è successo il tragico incidente. L’automobile è finita nel fiume e per i quattro occupanti non c’è stato scampo. La Procura di Piacenza potrebbe disporre sulle salme anche gli esami tossicologici. Quattro comunità sconvolte per la tragedia che le ha coinvolte, quattro famiglie distrutte dal dolore e in attesa che si faccia luce su quanto accaduto.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata