Cremona. La burocrazia doveva diminuire ma è aumentata, le riforme dovevano portare a ridurre la precarietà e a sanificare la situazione della scuola ma così non è stato. A venti giorni dalla prima campanella a Cremona regna il caos. A causa di un errore di sistema informatico centinaia di docenti non hanno viste riconosciute le proprie posizioni e scelgono le scuole alla cieca. Manca personale Ata e dirigenti amministrativi. Si inizia insomma, a settembre, nel caos totale.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata