Cremona. Il professionista cremasco Renato Crotti, indagato per distrazione di fondi ai danni dell’ente benefico “Uniti per la provincia di Cremona”, ha patteggiato 3 anni e 4 mesi di reclusione nel tribunale di Cremona. La pena è stata concordata insieme ad un risarcimento di 25.000 euro. Oltre a Crotti, ha patteggiato anche Anna, la sorella indagata a sua volta, che ha già restituito i 5 mila euro sottratti alla onlus.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata