I CONTAINER RADIOATTIVI DELL’ACCIAIERIA ARVEDI OGGETTO DI INTERROGAZIONE PARLAMENTARE

Sono fermi in quarantena al porto di Cagliari gli otto container carichi di scorie radioattive, con valori del Cesio 137 superiori di 40 volte ai limiti di rilevabilità, come titola il Corriere della sera di Brescia, che riporta i valori di radioattività del Cesio misurati su due container: 0,40 sul primo e 0,18 secondo. Il deputato leghista Dario Giagoni ha presentato ieri un’interrogazione al ministro dell’Ambiente Pichetto Fratin, e non è il solo: anche i deputati del Movimento 5 Stelle Emiliano Fenu, Ilaria Fontana e Sergio Costa chiedono risposte al ministro. Il carico di fumi, proveniente dall’acciaieria Arvedi di Cremona, era inizialmente destinato a Portovesme: avrebbe dovuto raggiungere lo stabilimento della Glencore, il colosso mondiale del piombo e zinco. Domani a Cagliari si svolgerà un vertice in Prefettura. Il parlamentare sardo Giagoni è in attesa di conoscere i risultati delle analisi e di sapere se i container verranno restituiti al mittente, dal momento che sembra che la riconsegna del carico radioattivo non sia una procedura al momento percorribile.