La cardiopatia ischemica è la più comune causa di morte nei paesi industrializzati; in Italia avviene 1 infarto ogni 7 minuti e 1 decesso ogni 20 minuti: questi i dati epidemiologici di una malattia che dobbiamo certo cominciare a prevenire seriamente. Per questo occorre conoscere i fattori di rischio che sono: le abitudini di vita, l’alimentazione, l’ipertensione, il fumo di sigaretta, le alterazioni del metabolismo dei grassi (colesterolo), il diabete, la familiarità. I sintomi possono essere diversi, vanno dai dolori alla spalla, a una mano, al braccio, alla bocca dello stomaco, all’affanno… Se compresi, questi sintomi possono portare a una diagnosi della malattia e alla prevenzione dell’infarto. Parla di tutti questi problemi il dott. Giovanni Troise, responsabile U.O. Cardiochirurgia Fondazione Poliambulanza di Brescia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata