L’organizzazione “Change.org” ha lanciato una campagna raccolta firme affinché l’Oréal riduca gli imballaggi dei suoi prodotti, in modo da avere meno rifiuti dai cosmetici.

L’imballaggio dei cosmetici e dei prodotti per la cura personale ha un effetto devastante sull’ambiente (il 40% degli imballaggi sono in plastica rigida) e i consumatori non hanno abbastanza informazioni circa l’impatto di questi prodotti di uso quotidiano.

“Change.org” chiede alla più grande azienda di cosmetici al mondo, L’Oréal, di impegnatasi a ridurre gli sprechi e a essere più trasparente sull’impatto ambientale della propria produzione, chiede inoltre di informare sulle conseguenze ambientali del prodotto che il consumatore va a comprare, soprattutto in termini di produzione di rifiuti!

 Con i suoi 6,3 miliardi di unità prodotte in tutto il mondo nel 2013, L’Oréal è la più grande azienda di cosmetici al mondo. Il gruppo L’Oréal ha annunciato un nuovo piano di sostenibilità nel 2013 da raggiungere entro il 2020 che dovrebbe ridurre tra le altre cose la produzione di rifiuti nella fase di produzione e l’impatto del packaging e consentire ai consumatori di fare scelte di consumo critiche e sostenibili. Tuttavia la riduzione dell’impatto ambientale rimarrà ancora a lungo per L’Oréal una delle più grandi sfide…

Si chiede che i consumatori siano informati adesso e non nel 2020 (come il piano di sostenibilità L’Oréal prevederebbe).  “Perché io valgo”, ma anche l’ambiente vale!

 Firma anche tu, cliccando su questo link: https://www.change.org/petitions/l-oréal-una-montagna-di-brutti-rifiuti-nel-nome-della-bellezza

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata