Falchi, gufi e civette e molti altri rapaci sono spesso vittime di caccia e di bracconaggio. Questi animali partono dall’Africa, sorvolano per migliaia di chilometri il mar Mediterraneo e giungono in Europa per nidificare. I più sfortunati non ce la fanno ma i più “fortunati” vengono curati dai vari centri CRAS sparsi per l’Italia. Noi siamo andati a visitarne uno tra le colline di Parma e Piacenza.  In particolare, assieme al dott. Sergio Tralongo visiteremo il centro di recupero di animali selvatidi situato nel Parco dello Stirone del Piacenziano. Si tratta di un ‘area di due ettari confiscato dallo stato ad un usuraio. Da tre anni si svolgono qui campi di volontariato. All’interno vi è anche è un’area didattica dove le persone che visitano il parco possono conoscere le caratteristiche degli animali selvatici che sono stati recuperati e curati…

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata