Lunghi, neri e redditizi. I capelli rappresentano un’importante fonte di reddito per le donne cinesi delle zone rurali. In particolare la contea di Taihe nella provincia di Anhui è il principale centro di raccolta e vendita all’ingrosso di capelli umani, usati poi per realizzare parrucche ed exstension. Un mercato che sembra di nicchia, ma che genera un importante giro di affari che nel 2012 ha raggiunto i 90 milioni di dollari. “Il valore dei capelli è così alto che la gente li chiama oro nero, il prezzo arriva anche a mille dollari al chilo per i capelli lunghi 50 cm” dice il titolare di una azienda che esporta capelli umani. I venditori dividono i capelli per lunghezza, colore e tipo che poi vengono preparati e divisi in ciocche a mano da migliaia di operaie che lavorano in laboratori fatiscenti per preparare le parrucche ed extension che indosseranno le donne in Europa e negli Stati Uniti. La Cina è il principale esportatore di capelli al mondo. Fate quindi attenzione alle vostre scelte, molto spesso questi capelli vengono tratti con sostanze chimiche e tossiche e ovviamente una volta a contatto con il vostro cuoio capelluto possono creare delle reazioni piuttosto violente. Oltre ad una questione di allergie o intossicazione da contatto, le sostanze chimiche possono anche essere respirate. Ed infine, ma non ultimo per importanza, c’è la questione dello sfruttamento delle donne cinesi!

Se fate questa scelta, almeno siate consapevoli di quello che decidete! Certo queste immagini dovrebbero farvi cambiare idea….

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata