Le Nazioni Unite hanno recentemente pubblicato proiezioni demografiche sulla base dei dati fino al 2012. L’analisi di questi dati – fa sapere “Science” – rivela che, contrariamente alla letteratura precedente, la popolazione mondiale è improbabile che smetta di crescere in questo secolo. Anzi, c’è una probabilità dell’80% che gli abitanti della Terra, ora 7,2 miliardi, saliranno tra 9,6 e 12,3 miliardi nel 2100. E questa incertezza è molto più ridotta della gamma fra minimo e massimo stabilita dall’Onu. Gran parte della crescita dovrebbe toccare l’Africa, in parte a causa della maggiore fertilità e di un recente rallentamento del ritmo del declino delle nascite. Inoltre, il rapporto tra persone in età lavorativa e le persone anziane è probabile che si riduca sostanzialmente in tutti i Paesi, anche quelli che attualmente hanno popolazioni mediamente giovani.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata