Andiamo a conoscere gli animali del rifugio “Gli Ultimi”, un progetto che ha preso il via nel settembre dell’anno scorso e che ospita soprattutto ratti, topolini. Si tratta di un’attività che è nata da una collaborazione tra Freccia 45 e I care ed è seguito da Gianluca Finotto e da sua moglie.  Gli animali ospitati provengono per la maggior parte dalle università, che li consegnano o alla fine degli esperimenti o, meglio ancora, quando l’esperimento viene bloccato. Diversamente, il loro destino sarebbe la morte. Il lavoro che sta facendo I care è straordinario, perché salva migliaia di animali, non solo ratti ma anche conigli, criceti, uccelli, tartarughe e cavie come i porcellini d’India. Andiamo dunque a conoscere l’attività del rifugio “Gli ultimi”, detto anche il “rifugio dei fuori casta”,  in compagnia di Natalie Baronio.

 

 

1 risposta

  1. IVY

    I ratti non danno la loro vita per noi!!!..semmai sono costretti a sprecarla perchè ci sono ancora “scienziati” con il cervello rimasto al 1800!!!

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata