La maculopatia senile è una patologia molto seria che riguarda sempre più persone, dai 55 anni in avanti, nel nostro mondo industrializzato. Si tratta di una malattia che interessa la parte centrale della retina e che può portare, in casi estremi, alla cecità. La vista è un organo molto legato alla qualità della vita, che può limitare le persone nelle loro azioni quotidiane. La macula è la zona centrale della retina, tanto piccola quanto importante. La nostra capacità di leggere le lettere più piccole dipende da come sta la macula. E il ruolo del portatore della malattia, per la sua individuazione, è fondamentale. Se si interviene, ad esempio, nella prima fase, quella in cui il capillare perde siero ma non ancora sangue, i margini di recupero sono maggiori rispetto allo stadio con sanguinamento. La diagnosi precoce, dunque, è importantissima: oggi ci sono strumenti diagnostici più rapidi, la tecnologia è venuta “in aiuto” negli ultimi anni. Se c’è un sospetto, allora si devono utilizzare strumenti particolari e fare esami, alcuni dei quali possono essere invasivi. Sono stati fatti progressi importanti in campo terapeutico, stabilizzando e migliorando le condizioni delle persone malate. E proprio delle diagnosi e dei progressi in campo terapeutico si parlerà dunque in questa puntata di Medicina Amica, realizzata in collaborazione con Bayer e condotta da Antonella Baronio, con il Prof. Stefano Gandolfi, Direttore della Clinica Oculistica dell’Azienda  Ospedaliera Universitaria Parma e la Dott.ssa Monica Camparini, Ricercatrice della stessa clinica  e respondabile del percorso “Macula”. Due dei massimi esperti del settore ci parleranno dell’importanza di una diagnosi tempestiva e l’evoluzione dello scenario terapeutico.

 

Tutte le altre parti della puntata relativa all’argomento “Maculopatia senile, istruzioni per l’uso” le potete trovare saul nostro canale youtube nella sezione “Medicina e Salute”.

 

 

Riferimenti

 

Azienda  Ospedaliera Universitaria di Parma

0521/702111

2 Risposte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata