Ha preso il via EDUCA IL TUO CANE, il servizio di  consulenza con un educatore cinofilo online promosso da AIDAA, Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente. La gestione del nuovo servizio, gratuito, è affidata a Viria Cacciamani, 37 anni, educatore cinofilo di base di secondo livello che ha seguito i corsi del dottor Roberto Marchesini. In questo modo, i proprietari potranno affrontare tutti i piccoli problemi che possono derivare dalla gestione quotidiana del cane, ricevendo delle risposte chiare da parte di un esperto, su questioni che non rientrano nell’ambito veterinario. Per beneficiare della consulenza basta inviare una email a educailcane.aidaa@libero.it; l’educatrice cinofila risponderà alle richieste entro una settimana dall’arrivo della e-mail  che potrà contenere al massimo due domande specifiche relative ad una o due problematiche.

Per info 3479269949

27 Risposte

  1. Daniela Di Francesco

    Gentilissimo,
    Dal primo gennaio che ho a casa con me una cagnolina. Si presume abbia 4 anni, sterilizzata.
    È stata accudita dai volontari del canile insieme ad altri cani in un casale in aperta campagna. Lei e gli altri cani erano chiusi in una stanza a piano terra con un piccolo spazio esterno a cui potevano sempre accedere per i bisogni. Una volta al giorno, penso, i volontari gli portavano cibo e acqua e li lasciavano liberi in aperta campagna a giocare.
    Ora che è qui, sta dentro casa insieme a noi e fuori in giardino ( grande circa 70 mq poco più, con erba e pavimentato) va ogni volta che la vedo girovagare per casa, annusare in giro, poco dopo i pasti e ogni qualvolta che lei mi fa capire posizionandosi vicino la porta. È bravissima ma ho una preoccupazione che mi assilla. Quando usciamo al guinzaglio non essendo abituata ci vuole pazienza ma è piuttosto brava..ma sono sicura che se la dovessi lasciare libera non mi ascolterebbe e addirittura si allontanerebbe con il rischio di finire sotto una macchina, non essendo abituata a strade e auto infatti quando rientriamo dalla passeggiata si punta davanti al cancello e la devo trascinare per farla entrare, tra l’altro con mio figlio nel marsupio o passeggino. Non so se questo atteggiamento è perché vuole stare più tempo fuori e libera o perché non sta bene con me. La prima possibilità è difficile perché con lei posso fare lunghe passeggiate ma al guinzaglio con pettorina svedese, non avendo parchi vicini con accesso a cani e avendo a seguito anche un bimbo piccolo con me. Io non vivo in campagna ma in un paese piuttosto trafficato essendo una zona di passaggio e non ci sono parchi..se non in zone centrali raggiungibili in auto. Aggiungo che ho un bimbo di 8 mesi e mi occupo della cagnolina da sola.
    Io sono sicura che la cagnolina mi voglia bene, anche perche mi segue in casa e obbedisce sempre in casa, gioca con me e a volta sola con i suoi giochi..ma la mia paura e che soffre della poca libertà e di non poterla mai lasciare libera per paura che scappi. Termino con il dire che l’ambiente in cui è ora gli è completamente estranea in quanto ha cambiato proprio regione.
    Grazie
    Daniela

    Rispondi
    • News
      News

      Gentile Daniela, grazie per averci scritto. Sicuramente la cagnolina sarà felicissima di stare con lei però avrà la necessità di stare più all’aria aperta. Quello che le posso consigliare è di prendere sempre più confidenza con la nuova arrivata e di provare a spingervi sempre oltre con i giretti al guinzaglio e pettorina (ben posizionata e non troppo larga, potrebbe sfilarsela). Potrebbe anche fare un breve corso educativo per insegnare alla cagnolina ad andare al guinzaglio, senza spaventarsi. Se è vicino alla zona di Pontevico (BS), le consiglio la scuola cinofili Madonna della strada. Fanno lunghe passeggiate con tanti cani, con la possibilità di liberarli. Essendo in branco è difficile che si allontanino.
      Cordialmente, Natalie

      Rispondi
  2. Francesca

    Buongiorno, ho un cucciolo di bassotto di 3 mesi che purtroppo non può uscire perchè ha giardia e coccidi ed è in cura da un mese, non potendo così fare il vaccino. ho paura che questa fase trascorsa tutto il tempo in casa sia un problema per la sua futura socializzazione, infatti il cane abbaia a tutti i cani che incontriamo (ho fatto venire a casa dei cani vaccinati), l’idea che mi sono fatta è che li inviti a giocare e abbaia perchè non giocano con lui, perchè cmq lui non sembra avere paura, si avvicina e ha la coda su e scodinzolante, come posso favorire le sue nuove conoscenze? devo bloccarlo quando abbaia incessantemente verso un altro cane? (che potrebbe anche spaventarsi), inoltre il cucciolo abbaia in casa a qualsiasi rumore (un aereo o il treno da fuori… porte dei vicini che si aprono o chiudono…) come posso disincentivare questa modalità?
    grazie
    Francesca Scarcelli

    Rispondi
    • News
      News

      Gentile Francesca, sicuramente in questo momento è opportuno che il cane stia isolato, visto che la giardia e coccidi sono contagiosi per gli altri animali. Solo dopo che avrà sistemato la salute del cane potrà fare un programma di socializzazione. Anche se inizierà verso i 5 mesi non ce nessun problema, quando abbaia non deve fare nulla è solo curiosità.

      Cordiali Saluti Natalie

      Rispondi
  3. Mia

    Buon giorno, ho una pinscher di 3 Anni e mezzo da Qualche settimana a nel mio paese Hanno inaugurato un area sgambettamento Cani e la Porto tutti I giorni solo Che non vuole giocare con Gli Altri Cani sta sempre attaccata a me ogni tanto li odora e poi ritorna . Gioca solo con una Carlina a dominarla xo appena Capisce Che si è allontanata tanto ritorna subito …se si avvicina un cane Gli ringhia ma non lo morde non so come comportarmi …

    Rispondi
  4. claudia pompili

    Salve, mi chiamo Claudia Pompili.
    Io e mio marito abbiamo con noi un bulldogfrancese di 10 mesi(Mimmo). L abbiamo in famiglia dai suoi 70 gg.
    Finito il periodo delle vaccinazioni abbiamo portato tutti i giorni Mimmo all’area cani della città. Tutti i giorni nel pomeriggio 2 ore.
    Si è sempre integrato bene, è uno dei bonaccioni che gioca con tutti, a volte quando i grandi ormai stufi delle sue pressioni lo ignoravano (ihihih povero amore di casa) si dedicava a mordicchiare legnetti e giochini vari però continuava a divertirsi con tutti, a correre e a godere della libertà nell’area . Questo è durato x 6 mesi.
    Dal giorno alla notte alla’area cani si è creata una dinamica strana per cui tanti dei proprietari dei cani che frequentano l area, hanno deciso di fare un bel gruppo appena fuori l area, tenendo sciolti i cuccioloni e farlo giocare fuori l area, (l hanno fatto perché dentro l area ci sono pochi posti a sedere, e perchè ogni tanto c era qualche zuffa che lo ha spaventati e hanno deciso di venire ma di restare li fuori). A quel punto il mio Mimmo passava le ore dedicate all area a piangere guardando fuori dal recinto gli altri cani liberi di scorazzare e dentro l’ area rimanevano sempre pochi cani e (nemmeno quelli più simpatici)
    Mimmo non é abituato a stare sciolto, non possiamo aggiungerci al gruppo (chiamiamolo esterno) perchè non voglio fare cose irregolari (legalmente parlando) e poi perchè l’ area cani è una bella, bellissima possibilità di svago, divertimento, movimento e socializzazione per lui…
    Tutta questa premessa per dire che ho deciso non non portatcelo più, non ci sono altre aree cani nei dintorni e quindi ad oggi lunghe passeggiate vicino casa e nei vari parchi e nel centro della città, detto questo Mimmo ha mostrato un po di comportamenti irrequieti ultimamente tipo ( monta le persone), ruba o cerca di rubare le scarpe degli ospiti, nelle passeggiate tira come un toro, insomma comportamenti che non aveva mai avuto! La mia domanda è proprio se questi comportamenti possono dipendere da fatto che abbiamo smesso d improvviso di andare all area!! Se dipendono dalla crescita o da altro… Vi ringrazio anticipatamente!! Buona serata

    Rispondi
    • News
      News

      Gentile Claudia, sicuramente Mimmo necessità di svagarsi e di socializzare. Non andando più all’area cani sta sfogando la sua energia in questo modo non corretto. Magari potresti portarlo all’area cani e fare dei giochi di interazione fra te e lui, in modo che non si annoi o pianga guardando i cani all’esterno. In questo modo ha la possibilità di sfogarsi, socializzare e divertisti con te. In ogni caso, Non essendo educatrice o istruttrice, non posso dare consigli precisi, magari ti puoi rivolgere a qualcuno più competente in materia!
      Cordialmente, Natalie

      Rispondi
  5. Francesca

    Salve !! Mi rivolgo a voi per un problema comportamentale con il mio cane, è una taglia grande !! Quando sono sola con lui è veramente bravo, conosce e tutti i comandi di base e molto ubbidiente,ma appena torna mio marito dal lavoro comincia a giocare e si distrae così tanto che non mi ascolta più in nessun modo per tutto il giorno !! Dove sto sbagliando ?? È piuttosto avvilente vedere tutto il lavoro fatto svanire nel nulla. Il cane è un Black Mouth Cur di 11 mesi e 32 kg. Grazie per la disponibilità.

    Rispondi
  6. Giovanni

    Salve vorrei un piccolo consiglio.3 mesi fà ho preso dal canile 2 cagnette un beagle e un incrocio con setter gordon.la beagle e molto affettuosa(anche troppo ,io la chiamo stalker) la seconda e fobica inizialmente non si faceva avvicinare da nessuno nemmeno dagli operatori del canile,ora e sempre dietro di me e si lascia accarezzare, ma al minimo rumore scappa,ed inoltre vorrei mettergli il collare ho pettorina per farla uscire fuori,fortunatamente ho un cortile……..ma vorrei portarla a passaggio con l’altra………ma il collare non riesco proprio ……..scappa……………….come mi devo comportare ,,,,,,aspettare che la fobia gli passi……ho iniziare con qualche lezione.
    Grazie

    Rispondi
  7. Loredana

    Salve…Abbiamo un cane trovate la dal 1 maggio dell anno scorso.. Aveva 6 mesi quando l abbiamo trovata… Il problema è che quando usciamo di casa e rimane Sola lei ha la mania di distruggere il divano e i materassi dei letti.. o i giochi dei bambini..ultimamente capita ogni notte mentre dormiamo.. Non capisco il motivo e non so come toglierle questo vizio. .devo mettere sedie sul divano per non farla salire e chiudere tutte le porte.. Cosa posso fare??

    Rispondi
    • News
      News

      Salve, sicuramente c’è un problema comportamentale risolvibile, dovrebbe portarla da un educatore.

      Cordiali Saluti

      Natalie

      Rispondi
  8. Giordano Legrottaglie

    Buongiorno mi chiamo Giordano
    Ho un jack russel di 1 anno e 2 mesi, da poco più di un mese sto riscontrando un problema con lei…ogni volta che dobbiamo scendere a fare una passeggiata , si blocca inizia a tremare e mi fà la pipì a terra..non si tratta di avere paura di andare fuori casa perchè lei ama stare fuori, non si tratta di avere paura del guinzaglio perchè il resto del tempo ci gioca con il guinzaglio, è solo l’istante che vede che mi preparo per scendere che fa la pipì…con 2 bambini piccoli in casa inizia a diventare un problema serio che devo risolvere al più presto…
    Grazie

    Rispondi
    • News
      News

      Salve, il consiglio che possiamo darle e che sarebbe ideale confrontarsi con un educatore/istruttore Cinofilo!

      Cordialità Natalie

      Rispondi
  9. Rebecca Spanò

    Salve, dal 5 maggio ho adottato un cucciolo nato a gennaio. L’ho preso da un canile di Lecce e l’ho fatto portare su a Como in staffetta. Le volontarie mi hanno assicurato che lo stavano abituando a fare i bisogni sulla traversina e che veniva premiato con un wurstel ogni volta che lo faceva. Mi hanno detto che avrebbe impiegato massimo due settimane per abituarsi alla nuova casa, ma ancora niente. Continua a fare i bisogni in giro per casa, non ha mai usato la traversina e non riesco proprio a fargli capire che i bisogni li deve fare in giardino o durante le passeggiate… Anzi, in questi giorni, nonostante lo lasci per ore ed ore in giardino non fa i suoi bisogni fuori, ma poco dopo essere tornato in casa… Non so più cosa fare.. Devo aspettare ancora?

    Rispondi
    • News
      News

      Sicuramente è ancora troppo piccolo per capire. L ideale sarebbe prendere un educatore/istruttore cinofilo per velocizzare i tempi con “qualche dritta”. Natalie

      Rispondi
  10. Roberto Felici

    Ho una cucciola di labrador di poco più di due mesi che ama mordicchiare con delicatezza la mia mano mentre la accarezzo.
    Sono morsetti non dolorosi, e personalmente mi piace farla giocare così.
    Però su tutti i forum consigliano di interrompere da subito questo comportamento, perché altrimenti si radica, e può diventare fastidioso col crescere del cane.

    E’ realmente così, o adesso che è piccola posso ancora farla mordicchiare finché il morso non diventa fastidioso, intervenendo solo più in la?

    Rispondi
    • News
      News

      Salve, sicuramente da piccolina fa così per un fastidio ai denti ma sicuramente sta cercando anche di capire quanto in la si può spingere nei confronti del proprietario. Anche se principalmente la causa è dovuta ai denti, visto che in quest’età mordicchiano un po tutto. Se lei preferisce può andare avanti perché il cane non è uno tra le razze pericolose. Sicuramente se è una cosa che lei non vuole che faccia da grande sarebbe meglio interromperla subito. Cordiali Saluti Natalie

      Rispondi
  11. Clarissa

    Buongiorno , ho preso una cagnolina di Chiuwawa femmina di due mesi .
    A casa ho già un cane stessa razza maschio di due anni . Lui è pacifico tranquillo diffidente con gli estranei educatissimo e obbediente .
    Ma purtroppo non accetta lei , o meglio non le ringhia e nemmeno abbaia, ma è come se avesse paura scappa sempre e lei vuole giocare e ssuberante indisciplinata prende tutto i suoi giochi la sua cuccia ecc. Non so come farli socializzare e andare d’accordo .
    Lei la notte piange perché forse vuole stare con lui io li tengo divisi seno lui non dorme con lei perché lo infastidisce . E per evitare spiacevoli disagi io li separo ma lei piange non dorme e non so più come fare . Qualche consiglio ?

    Rispondi
  12. Mary

    Da Giugno o una cagnolina che ora a 4 mesi si chiama Mia sto provando ad educarla ma noto un problema Mia non riesce ad uscire di casa e se la porti fuori non vuole camminare a paura delle persone e dei bambini se vede che passa qualcuno indietreggia e trema vorrei un consiglio non so più come fare con lei per portarla a passeggio o pure provato come a detto il veterinario di dargli un premio se cammina ma non funziona grazie se mi risponderete

    Rispondi
  13. Erika

    Salve,ho un Pinscher di 7 mesi, quando aveva 4 mesi è stato mordicchiato di poco, dal mio cane,pastore tedesco mentre mangiavano insieme, un mio sbaglio di distrazione, lasciati un attimo soli con le distanze delle ciotole, ma il piccolo è andato dal pastore tedesco femmina a mangiare nella sua ciotola ed è stato mordicchiato, ma neanche un segno aveva, solo tanta paura, ora però quando vado in giro con lui al giunzaglio,abbaia a qualsiasi cane, grande o piccolo che sia, per ben 2 minuti, prima di quel accaduto non aveva questi problemi con gli altri cani,come posso fare per farlo passeggiare tranquillo, anche con la vista di altri cani? Aiutatemi, sta diventando imbarazzante alle volte, grazie

    Rispondi
  14. Valeria

    Buongiorno a tutti. Ho adottato un cucciolo meticcio di 3 mesi. Ha imparato molto presto a fare i suoi bisogni in balcone (viviamo in appartamento), anche di notte, dal momento che lasciamo aperta la tapparella per farlo uscire comodamente ogni volta che ne ha bisogno. Per le passeggiate sto aspettando che termini il primo ciclo di vaccini, il primo richiamo sarà il 12/08, il secondo a settembre. Quello che mi premeva sapere è come dovrò comportarmi questo inverno non potendo lasciare la finestra aperta? Di notte dovrò lasciarlo in balcone, o potrà dormire in casa senza che faccia i bisogni? Grazie mille.

    Rispondi
  15. Cristina i

    Buonasera , mi chiamo Cristina. Il problema che andrò a descrivere, riguarda il mio Black; meticcio 13 anni.
    Black l’ho adottato nel 2006 quando aveva 4 mesi. Nel 2007 è arrivata la sua compagnetta, un’altra meticcia dolcissima. Due anni fa, dopo un mese e mezzo di sofferenze, una insufficienza renale mi ha portato via la piccola. Dopo 10 anni insieme, credevo che Black avesse accusato bene il colpo. Ma l’anno scorso Black ha cominciato ad avere atteggiamenti strani soprattutto se manca mio marito. Strano perché Black era la mia ombra, sono sempre stata a casa con loro. Black ha cominciato ad entrare in uno stato di nevrosi, panico. Quando non c’è mio marito (anche se per poco, sotto la doccia per esempio), Black gira come un pazzo per casa, intorno a se stesso, abbaia come un matto al muro, al vuoto. Ansima, non mi ascolta. È come se non ci fossi. Sbatte ovunque perché è ipovedente , poi cade e trova difficoltà a rialzarsi da solo per Delle artrosi alle zampe e colonna vertebrale. Lo rialzo, lo calmo ma lui ansima e continua a girare a perdersi per casa negli angoli sotto i tavoli ed abbaia e si dispera. Tutto ciò senza pausa finché non torna mio marito. Non gli fa le feste ma nell’esatto momento in cui mio marito va da Black o varca la soglia di casa, Black si cheta e dorme. Una settimana fa, pensando gli fosse d’aiuto, ho preso una cagnolina ma non va. Anzi, pare che Black adesso abbia pure un blocco nell’urinare per cui rimane anche 14 ore senza liberarsi. E spesso gira in terrazza per un’ora e più ma non la fa. Ieri gli ho fatto fare l’esame Delle urine. Black è già in cura con nelio da un annetto circa quando cioè, il veterinario ha riscontrato dalle analisi un principio di insufficienza renale. Ora, chiedo se potete aiutarmi a capire: perché Black adesso entra in questo stato fortemente ansioso quando manca mio marito? Perché la notte, prima di dormire, deve girare girare sbattere e girare sino a cadere e poi addormentarsi? È una buona o cattiva idea prendere una cagnolina? La piccola che ho preso sabato scorso la riporterò a casa sua (stallo) domenica. Se è vero che questo blocco di ore per urinare dipende da un fattore psicologico/stress, non me la sento di mettere a repentaglio la vita del 13enne. Con dolore sono costretta a riportare la cucciola dove l’ho presa. Ha un anno. Potete aiutarmi? Per concludere è giusto che vi dica anche che il veterinario mi ha detto che Black potrebbe avere una patologia di stampo neurologico (ipovedente, olfatto diminuito, non si gira più al richiamo con il suo nome) . Grazie per quanto possiate fare

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata