Nuovo appuntamento con “Laboratorio Salute”. Micol Baronio accoglie nel suo piccolo giardino zen televisivo autorevoli ospiti, con i quali tratta interessantissime tematiche, in grado di arricchire l’esperienza di ognuno di voi e perchè no, migliorare la qualità della vostra vita. Un gradito ritorno è quello del Dott. Giovanni Giannotti, Medico chirurgo Omeopata unicista e Ricercatore, autore del libro “La medicina degli ibridi omeopatici”, con cui parliamo di DNA. Questo acido nucleico  contiene il codice genetico familiare che determina le malattie di cui soffriamo. Dobbiamo essere consapevoli che le nostre patologie originano dalle generazioni che ci precedono. Durante la trasmissione vi sarà speigato anche un nuovo concetto di dieta costituzionale che utilizza gli ibridi omeopatici con i quali si può addirittura parlare di re-introduzione del cibo a cui si è intolleranti. Ed è per questo che si può tranquillamente parlare di libero arbitrio costituzionale. I rimedi costituzionali principali sono: Lycopodium Clavatum, pulsatilla pratensis, graphites, sulfur, silicia,nux vomica, sepia, calcarea carbonica, fosfurus, causticum, natrum muriaticum.

Dino Tassin, Osteopata specializzato nella cura della scoliosi,  illustra, invece, la tecnica basata sull’equilibrio dell’essere umano che ha messo a punto con gli anni. Di fronte ad una scoliosi ci si trovava tutti impreparati, il protocollo consigliava busto correttivo e ginnastica, ma questo non ha mai risolto il problema alla base, ma al limite conservava la situazione senza alcun miglioramento. Da anni, quindi, Tassin studia l’effetto dei magneti e ne ha messo a punto un tipo che utilizza  tutti i giorni con effetto risolutivo, ottenendo  un grande miglioramento dello stato scoliotico. Si tratta di un solo magnete della dimensione di una moneta che funziona da trazione. Nella maggior parte dei casi di scoliosi ci si trova di fronte ad una persona che: visivamente ha una rotazione del bacino e di conseguenza una gamba di almeno 1 un centimetro più corta; ciò rende una disarmonia nella camminata ed obbliga la muscolatura ad intervenire sulla postura e sull’equilibrio con la conseguenza di dolori lombali ed in molti casi problemi alle ginocchia, alla cervicale, dolori sotto scapolari. Inoltre, le gambe non hanno la stessa dimensione visto che la più corta porta il peso con il ginocchio retroflesso mentre l’altra gamba è piegata in avanti obbligando l’intervento della muscolatura. La stessa rotazione del bacino permette di vedere la persona con una spalla più bassa e la testa inclinata a destra o sinistra. Tutto ciò può essere riportato alla normalità trazionando il bacino al fine di riallineare le gambe. I magneti vengono applicati con un cerotto dopo una manipolazione del paziente al fine di creare lo spazio nell’ acetabolo del bacino. Tre sono le sedute consigliate, a distanza di 7/8 giorni e la 4° dopo un mese. Tassin parla anche di corbio terapia, una tecnica che ha effetti su dolori in genere, ernie del disco discopatie e cervicalgie.

Abbiamo poi il piacere di parlare con Imma Lucà, sensitiva e terapista olistica che fin dalla nascita ha il dono della medianità. Lucà diffonde la sua conoscenza medianica attraverso sedute private e dimostrazioni pubbliche. Con lei, autrice del libro “Dialoghi con la morte”, affrontiamo un argomento molto delicato e che potrebbe turbare molte persone, cercando di soddisfare tutte le curiosità in merito all’aldilà. Cosa sappiamo della morte? La vediamo come un concetto, un processo, un’Entità, un’amica o una nemica? Se immaginaste di dialogare con lei che domande vorreste porle? Queste sono solo alcune delle domande alle quali la nostra ospite cerca di dare una risposta. Come sempre, durante la trasmissione sono previsti dei momenti di esibizione e dimostrazioni. Imma Lucà ci mostra il rituale dei bagni di purificazione (bagno di carico con 21 foglie di alloro, bagno di scarico con acqua e sale), il rituale di purificazione con il Palo Santo e il rituale per far passare il mal di testa causato da negatività incidendo uno spicchio di aglio per poi posizionarlo sul terzo occhio.

Ecco i riferimenti per contattare gli ospiti:

Dott. Giovanni Giannotti, Medico chirurgo Omeopata unicista & Ricercatore

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata