Nel nuovo appuntamento con la rubrica “Il Fatto”, l’avvocato cremonese Luca Curatti affronta un tema di strettissima attualità che non fa altro che alzare il livello di allarme per la minaccia che arriva in Italia, dalla Libia, via mare.  Il personale di una motovedetta della Guardia Costiera italiana che stava soccorrendo un’imbarcazione con migranti a bordo, a circa 50 miglia da Tripoli è stato intimidito da alcuni scafisti, armati di kalashnikov.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata