“Yellowbird”: in un cartone il segreto delle migrazioni

Il segreto delle migrazioni degli uccelli verso l’Africa potrebbe trovarsi nelle pazze avventure del viaggio di “Gus, petit oiseau, grand voyage” (in inglese “Yellowbird”), primo film d’animazione in 3 D girato interamente in Francia. La produttrice Corinne Kouper: “E’ un film prodotto interamente nel nostro studio, tutta l’immagine è stata creata in Francia, tra il nostro studio a Parigi e lo studio Bourg-lès-Valence, dove facciamo tutta l’animazione”. La pellicola racconta la giornata di un eroe, con un protagonista che dell’eroe inizialmente ha ben poco: Yellowbird è un piccolo uccellino rimasto orfano, che non ha mai lasciato il nido, non ha una famiglia, ma ne vuole una disperatamente. Improvvisamente si trova a guidare uno stormo di uccelli migratori diretti in Africa. Il regista Christian De Vita: “Sono molto soddisfatto. Il film appare gustoso, molto ricco. La qualità dell’immagine e i talenti coinvolti di tutta la squadra in Francia sono di altissimo livello. Lavorare con gli animatori e con il regista dell’animazione e tutto lo staff a Parigi è stata una grande esperienza. Penso che il risultato sia sorprendente”.