Un  video choc, realizzato per la campagna “Salviamo i macachi” di Animal Amnesty, denuncia il protocollo sperimentale al quale sono attualmente sottoposti alcuni macachi all’Università di Modena. Un uomo viene imprigionato in una sedia di contenzione chiamata in termini scientifici “primate-chair”, con un impianto di elettrodi nel cervello realizzato attraverso una breccia ossea nella scatola cranica. Lo stesso trattamento è riservato al macaco fascicularis, costretto, dice Animal Amnesty, a stare immobile per giorni e a subire esperimenti fastidiosi e totalmente estranei alla sua natura. Con questo video – firmato dal regista e animalista Piercarlo Paderno – Animal Amnesty chiede la liberazione di quindici esemplari di macaco rinchiusi in un laboratorio dell’Università di Modena. Macachi per i quali si sono mossi anche novanta parlamentari, decine di scienziati e migliaia di cittadini. Le immagini che stiamo per vedere sono forti e potrebbero utrare la sensibilità di chi guarda.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata