Italiani sempre più attenti alla riqualificazione energetica

La sensibilità dei cittadini verso tematiche come quella della riqualificazione energetica è in deciso aumento. Grazie soprattutto alle politiche di detrazione fiscali in seguito ad interventi di risparmio energetico. Se ne è parlato durante la 1° Giornata Nazionale dell’Energia – efficienza e riqualificazione del patrimonio edilizio, organizzata da Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Enea e Finco, Federazione industrie prodotti, impianti, servizi e opere specialistiche per le costruzioni. Il vicepresidente Finco, l’architetto Sergio Fabio Brivio: “L’Italia non ha giacimenti petroliferi, ha molte energie rinnovabili ma non sono sufficienti a garantire la bolletta energetica. Pertanto il nostro patrimonio e il nostro giacimento è nelle nostre case, nell’edilizia già costruita. E’ intervenendo lì che possiamo portare migliorie e dall’altro produrre un sensibile risparmio”.Si parla di ricerca e innovazione nel campo delle tecnologie energetiche, di sistemi di monitoraggio intelligente e di strategie di gestione dell’energia. Ma anche dell’evoluzione della legislazione e della normativa tecnica. “Un Paese come l’Italia oggi deve trovare non solo la strada ma anche i fondi e le risorse, che però si possono togliere dove producono poco e mettere dove possono produrre di più più. Il settore rappresentato da Finco è ad elevato capitale umano, ovvero per ogni euro investito si creano posti di lavoro in maniera maggiore rispetto ad altri settori. Finco è così impegnata per sensibilizzare sempre di più l’attore della politica verso una coerenza maggiore nei confronti di efficienza energetica, risparmio di risorse naturali e di suolo”.