Torna oggi, in prima serata, Laboratorio Salute condotto da Micol Baronio. Le porte del nostro piccolo giardino zen televisivo si aprono per tre illustri ospiti: Giulietta Bandiera, Marina Borruso e Carlo Baiesi. Giulietta Bandiera, giornalista, scrittrice e autrice televisiva per Rai e Mediaset, studiosa di psico-spiritualità, docente dell’ISPA di Milano ha pubblicato diversi libri e ha firmato il film-documentario “Dialoghi con l’Angelo. Marina Borruso, libera ricercatrice che si è occupata, da sempre, dell’evoluzione della consapevolezza umana viaggiando per il mondo ed entrando in contatto con culture lontane, studiando e praticando con Maestri viventi cammini spirituali antichi e contemporanei. Il diretto contatto con Eckhart Tolle le ha permesso di integrare le esperienze di tutti questi anni e di creare pratiche innovative per promuovere il cambiamento di stato di coscienza. Tra queste la Meditazione in acqua (AWA), l’Insegnamento attraverso il suono e finalmente l’esperienza del manifestare un nuovo mondo attraverso Essere e Manifestare. Quest’ultima pratica nasce da una visione che unisce il percorso spirituale con il piano materiale, perché il nuovo stato di Consapevolezza si manifesti in nuove forme di fare e Carlo Baiesi, imprenditore consapevole e Istruttore del metodo AWA, collabora con Marina da qualche anno. La meditazione in acqua ha il potere di attivare il naturale movimento vitale che produce spontaneamente un cambiamento di stato di coscienza. Durante questa meditazione l’acqua del nostro corpo (da cui è costituito per oltre il 60%) dialoga con quella esterna liberando il corpo dalle vecchie memorie accumulate (il corpo di dolore) e dalle emozioni bloccate, cancellando dal nostro sistema nervoso i programmi di comportamenti mantenuti dallo stato di coscienza egoico, creando così un movimento spontaneo che libera il potere della vita che è in noi. Il suono insegna la Presenza, eleva lo stato di coscienza, ma soprattutto può svelare la verità essenziale di ogni manifestazione. Questo è il motivo per cui la pratica con il suono è una chiave della comprensione completamente nuova di qualunque avvenimento, interiore ed esterno. È possibile, grazie a questa pratica, cambiare completamente la percezione di ciò che viviamo e quindi generare un altissimo grado di libertà interiore. Questa pratica libera anche la spontaneità del corpo, attraverso alcuni semplici esercizi fisici che permettono di vivere l’esperienza del potere originale del corpo. Fa prendere anche coscienza di come accade che la nostra storia continui a ripetersi, di come cioè pensieri ed emozioni del passato, dei quali non siamo coscienti, controllino i nostri comportamenti e impediscano il libero fluire dalla creatività nelle scelte di vita. La meditazione in acqua porta ad un intimo e profondo contatto con sé stessi, sostiene l’emergere e la liberazione di memorie antiche che, spesso, impediscono alla vita di fluire liberamente dentro di noi. In uno spazio silenzioso, l’acqua ci accoglie in modo gentile e materno, guidandoci verso quel luogo di quiete e gioia che è sempre presente in ognuno di noi. Vi aspettiamo questa sera a partire dalle 20.30. Non mancate!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata