Il 28 luglio, sono state consegnate al Ministero degli Esteri le 60.000 firme raccolte con la petizione per fermare la mattanza delle balene nelle isole Faroe. Il Sottosegretario con delega agli Affari europei, Benedetto Della Vedova, si è impegnato a rappresentare questa protesta presso il Governo delle Isole Faroe. Tutto ciò avverrà tramite l’Ambasciatore italiano presso il Regno di Danimarca, al quale era stato rivolto l’appello con la petizione che ha evidenziato come da secoli, in questo arcipelago, sono uccise per tradizione intere famiglie di balene. Il massacro si ripete ogni estate, nonostante le convenzioni internazionali per la difesa dei cetacei, cui l’Italia ha sempre dato un deciso sostegno. Non si può continuare con queste pratiche crudeli e per di più ai danni di specie protette, invocando la tutela delle tradizioni. Anche schiavitù e tortura erano tradizioni antiche ma oggi vengono considerate crimini.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata