In questo appuntamento di Medicina Amica si parlerà di rinite sotto l’ottica dell’epistassi, il sanguinamento abbondante dal naso. In studio, con Antonella Baronio, la dott.ssa Federica Pomini consulente di programma e il dott. Enrico Maffezzoni, titolare del servizio rinocitologico e allergologico presso l’istituto Figlie di S. camillo a Cremona. L’epistassi è un’emorragia che si origina all’interno delle fosse nasali. Il sangue può uscire anteriormente attraverso le narici oppure può transitare posteriormente nella faringe. La frequenza dell’epistassi è una delle cose predominanti nei pronto soccorso in qualunque fascia d’età, ognuna con le proprie motivazioni. Il 60 per cento della popolazione mondiale almeno una volta nella vita ha avuto un sanguinamento nasale. Non sempre l’epistassi è legata alla rinite, perché ci sono quelle traumatiche legate, ad esempio, a una forte botta. A volte però anche la più piccola epistassi può nascondere delle patologie profonde come un difetto di coagulazione del sangue o un’allergia. Col dottor Maffezzoni si andrà dunque alla ricerca delle cause delle riniti, si capirà quale possa essere il modo migliore di tenere la testa, ad esempio, in caso di sanguinamento e quali siano le cure più efficaci.

Per informazioni:

Casa di cura Figlie di San Camillo – Cremona

Centralino: 0372 – 421111

2 Risposte

  1. Di Francesco Francesco

    Gentili Dotttori, ho 77 anni iperteso e diabetico con insulina -E’ da circa un anno che sono afflitto da una rinite (forse allergica) che mi procura continua rinorrea -lo scorso mese di settembre l’otorino che mi visito’ con il fibroscopio antero/posteriore trovo’ la mucosa nasale dx molto irritata, una discreta sinusite ed una piccola varice nel setto vaso dilatata ma non sanguinante -Mi é stato prescritto l’antistaminico Aerius 5 mg, spray nasale con cortisone ed antibiotico per 14gg, con attenuazione del problema -Senonché da circa un mese sono interessato da epistassi frequenti alla narice dx -In Ospedale mi ha visitato un Dottore Otorino con il fibroscopio e mi ha trovato la pressione sistolica un po’ alta 150/160 e mi ha prescritto Epistas crema due volte al giorno e Capillarema 2 cp al di’ per un paio di mesi, oltre alla vitamina C – Il cardiologo che mi segue da tempo mi ha rafforzato la terapia -Giacche’ l’epistassi, pur non gocciolando come un mese fa, seguita a persistere in modo subdolo e la cosa (in aggiunta alle mie tante patologie da gestire) mi procura un vero stato d’apprensione e nervosismo e mi sento solo con il mio problema, anche perché mi é stato detto che nel mio caso é da escludere la procedura di bruciatura del vaso interessato -Anche questo insopportabile caldo, penso io, non gioca a mio favore -Augurandomi di non avervi tediato, un vs.autorevole parere e preziosi suggerimenti saranno da me molto graditi -Saluti di stima e cordialità

    Rispondi
    • News
      News

      Salve, ci dispiace tantissimo ma noi come Redazione non possiamo darvi consigli medici. Se fosse interessano ad un consulto da uno dei medici che ha visto durante le trasmissione le potremmo fornire i recapiti telefonici. Cordialità

      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata