Lo stato di salute del Santuario dei cetacei, il tratto di mare tra Sardegna, Toscana, Liguria, Principato di Monaco, Corsica e Francia, è il sorvegliato speciale di un’ equipe dell’Universita’ di Cagliari. Quella che è considerata come una delle zone piu’ ricche di vita del Mediterraneo è monitorata da una sofisticata apparecchiatura, la “ferrybox”, installata su un traghetto della Corsica Ferries, che controlla parametri della qualita’ dell’acqua come temperatura, salinita’, pH, clorofilla che altrimenti sarebbero difficilmente misurabili, in grado di rilevare o meno l’eventuale inquinamento e gli sversamenti in mare. I dati forniti saranno indispensabili per sentenziare la salute anche della flora e della fauna marina, nonchè forniranno in grande contributo anche per previsioni meteo-marine più precise.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata