“Nel 41,7% delle famiglie almeno una persona in un anno ha dovuto rinunciare ad una prestazione sanitaria” a causa delle lunghe liste di attesa nella sanità pubblica e dei costi proibitivi di quella privata. Lo dice il Censis, aggiungendo che 3 milioni di italiani non sono autosufficienti, con una spesa annua per le famiglie di circa 10 miliardi.  Nel complesso – continua il Censis nel rapporto con dati riferiti al 2014 – circa la metà delle famiglie italiane ha dovuto rinunciare in un anno ad almeno una prestazione di welfare, dalla sanità all’istruzione, al socio assistenziale e al benessere. Inoltre, gli italiani pagano ‘di tasca propria’ “il 18% della spesa sanitaria totale – cioè, oltre 500 euro procapite all’anno – contro il 7% della Francia e il 9% dell’Inghilterra”. “Il 53,6% degli italiani dichiara che la copertura dello stato sociale si è ridotta e paga di tasca propria molte delle spese che un tempo venivano coperte dal sistema di welfare nazionale”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata