Nuovo inumano gesto in Danimarca. Un esperto dello zoo di Odense ha dissezionato – davanti a bambini e adulti – una leonessa di un anno uccisa 9 mesi fa, la cui carcassa è stata conservata in una cella frigo. Nel febbraio dell’anno scorso il caso della giraffa Marius (uccisa e fatta a pezzi in pubblico nello zoo di Copenaghen) fece il giro del mondo e scatenò le proteste degli animalisti. Anche in questo caso le associazioni protezionistiche si sono fatte sentire. Joanna Swabe, responsabile della sezione europea di Humane society international, ha affermato che gli zoo “di routine” fanno nascere più animali di quelli che possono supportare e poi li uccidono perché considerati in soprannumero. Ma il direttore dello zoo Michael Wallberg Sorensen ha difeso sia la pratica dell’eutanasia degli animali “in surplus” che la pubblica dissezione. Negli zoo danesi il sezionamento di cadaveri di animali e’ pratica diffusa, lo stesso giardino zoologico di Odense ne aveva eseguite decine nel corso degli ultimi 20 anni. E come era avvenuto nel caso della giraffa di Copenhagen, anche questa volta i dirigenti dello zoo si sono sorpresi per le proteste, scatenatesi soprattutto 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata