Alle mostre canine che si svolgono in Italia vincono ancora animali con coda e orecchie amputate, anche se una legge nazionale impedisce queste mutilazioni. La caudotomia e l’ochiectomia sono vietati se non giustificati solo da autorizzazioni medico veterinarie. Il  divieto di interventi chirurgici destinati a modificare l’aspetto di un animale da compagnia è sancito dall’art. 10 della Legge 4 novembre 2010 n. 2010 (ratifica della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia di Strasburgo del 13 novembre 1987). Se non accompagnato da prescrizione medica questo tipo di mutilazione è sempre punibile. Eppure nelle mostre canine in giro per il Belpaese continuano ad aggiudicarsi i primi posti proprio cani con varie amputazioni al corpo. L’enpa nazionale denuncia questa pratica e invita al rispetto della legge.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata