Nelle isole Mauritius per ovviare alla competizione creatasi tra i coltivatori di frutta e i grandi pipistrelli che si nutrono di frutta e sono importanti impollinatori, il governo locale, pressato dalle potenti lobby dei coltivatori, ha pensato di proporre l’uccisione sconsiderata di migliaia di questi utilissimi mammiferi volanti. Lo riferisce il Wwf spiegando che è un piano di gestione che, se portato avanti, rischierebbe di mettere a serio rischio di estinzione una specie già in grave pericolo. Il WWF si sta opponendo, ma anche l’80% delle popolazioni delle isole si oppone a questo piano, e oltre 10mila persone hanno sottoscritto una petizione on line su change.org. Vi invitiamo a fare lo stesso cliccando QUI. Grazie.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata