“Saremo presenti in aula per ottenere una nuova condanna esemplare che, in primo grado, ha già inflitto a Green Hill tre significative condanne per maltrattamenti e uccisione di animali”. La Lav annuncia per il 23 febbraio una manifestazione al tribunale di Brescia dove si celebrerà il processo d’Appello per i vertici di Green Hill, l’allevamento di cani beagle destinati alla vivisezione chiuso a Montichiari, nel Bresciano, nell’estate 2013. A processo ci sono il veterinario Renzo Graziosi, Ghislane Rondot co-gestore di “Green Hill 2001”, entrambi condannati a 1 anno e 6 mesi in primo grado, e Roberto Bravi, direttore dell’allevamento, condannato a un anno.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata