Contro il ritorno del tumore potrebbe esserci un’importante novità dalla firma italiana: la ricerca ha permesso di mettere a punto una terapia immuno – cellulare. Lo studio, presentato a Washington all’American Association for the Advancement of Science (AAAS) e riportato da diversi quotidiani britannici tra cui il Times che gli dedica la prima pagina, porta il nome dei ricercatori dl San Raffaele e della ematologa Chiara Bonini. Per la prima volta viene messo a punto un sistema per produrre “cellule killer T geneticamente elaborate”: una sorta di arma artificialmente prodotta dal sistema immunitario , in grado di “convivere con qualsiasi cancro nel sistema sanguigno” e contrastarlo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata