L’Ispra ha presentato i dati relativi al rapporto sul dissesto idrogeologico. Una fotografia allarmante secondo Stella Bianchi esponente Pd in commissione ambiente della camera poiché l’88% dei comuni è a rischio idrogeologico e 7 milioni di abitanti a rischio frane e alluvioni. Bianchi dichiara che “la prevenzione e la messa in sicurezza di questa gran parte del territorio italiano deve diventare a pieno titolo una priorità del paese, per la tutela dei cittadini e per non dover pagare poi prezzi altissimi in termini di vite umane a ogni ondata di maltempo”. La priorità è darsi con urgenza un piano di misure concrete di adattamento ai cambiamenti climatici con risorse e tempi certi per rafforzare la sicurezza dei nostri territori e delle nostre comunità. E insieme a questo – rileva Bianchi – ci vogliono politiche serie per il clima con obiettivi precisi e scadenzati nel tempo di riduzione delle emissioni di gas serra che ci consentano di rispettare gli impegni che l’Italia ha già assunto aderendo all’accordo di Parigi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata