Sulle coste del Salento, predatori e contrabbandieri stanno causando la scomparsa delle oloturie, anche dette “cetrioli di mare”, specie fondamentale per il riciclo dei nutrienti e per la pulizia dei fondali marini. Per questo motivo è partita una petizione sulla piattaforma Progressi per chiedere:
– di vietare la pesca di oloturie su tutta la costa
– di sanzionare il traffico illegale del cetriolo di mare
– di realizzare un allevamento per consentire la pesca controllata

Ecco il link della petizione: https://www.fare.progressi.org/petitions/salviamo-le-oloturie

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata