Chiediamo il ritiro immediato del libro per bambini “Il cacciatore in favola” scritto da tre trentini che vogliono “rivalutare” la figura del cacciatore, attraverso 11 storie scritte con caratteri leggibili persino dai dislessici,  già tradotto in inglese e tedesco, distribuito in trenta paesi. Questo libro scritto da tre persone che amano la caccia, indirizzato ad un pubblico di minori intende minare la naturale inclinazione compassionevole dei bambini nei confronti degli animali. Far credere ad un bambino che sia giusto uccidere un animale è una violenza inaudita e non tollerabile. Slogan come ” si è giusto uccidere Bambi” oppure presentando il cacciatore come custode della natura e della fauna, attribuendogli un ruolo positivo non è accettabile! I bambini devono essere educati al rispetto della natura, dell’ambiente e degli animali e non incoraggiati ad imbracciare un fucile. Pertanto chiediamo l’immediato ritiro del libro e il divieto di ogni tipo di diffusione, considerando che è già stato usato a scopo didattico avendone data lettura in una fattoria didattica. Se anche voi pensate che i nostri figli abbiano diritto di ricevere un insegnamento ricco di valori morali e spirituali, che sottolineano la sacralità e l’inviolabilità della vita, e non un inno alla violenza, firmate la petizione QUI. Grazie

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata