Intossicazione da piombo, carenza o eccesso di ferro e ora il rame trova spazio tra i metalli che influenzano anche gravemente la salute. Addirittura il rame sembrerebbe favorire la malattia di Alzheimer, la più comune tra le forme di demenza ed il Parkinson. Il rame è un metallo essenziale, presente nella nostra dieta ed è alla base della respirazione, della produzione dei globuli rossi e bianchi e svolge delle funzioni vitali nel metabolismo dei muscoli, del tessuto connettivo e scheletrico e soprattutto del cervello. Sebbene l’Alzheimer sia malattia considerata ancora oggi incurabile, grazie a questo studio condotto dalla dottoressa Rosanna Squitti, del Fatebenefratelli- Isola Tiberina di Roma, sarà possibile intervenire precocemente sui pazienti a rischio in maniera molto mirata e verificare l’efficacia di cure che riportino al normale metabolismo del rame. Non perdetevi questo speciale Medicina Amica i.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata