Il predatore è diventato preda. Gli squali, terrore degli oceani, sono a rischio: ogni anno ne vengono uccisi nel mondo 100 milioni che finiscono nei mercati ittici di molte parti del mondo, per la loro carne, le pinne, l’olio di fegato, la cartilagine. A differenza di altre specie, la pesca allo squalo non è mai stata regolamentata, ma ora le cose potrebbero cambiare. La convenzione internazionale del commercio delle specie selvagge (Cites) riunita in questi giorni a Johannesburg potrebbe decidere di limitarne la pesca e il commercio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata