Il lupo, da poco arrivato in Valle d’Aosta, sarebbe già entrato nel mirino degli abbattimenti controllati, l’amministrazione infatti crede che basti avvistare 20, 25 lupi sul territorio regionale per considerare l’idea di abbattere alcuni esemplari di questo splendido animale. La petizione che si trova sul sito change.org vuole difendere il lupo che finalmente si è fatto rivedere in Valle d’Aosta dopo anni di assenza. In Abruzzo e in Molise, ad esempio, uomo e lupo vivono a strettissimo contatto e le amministrazioni forniscono contributi agli allevatori che difendono il bestiame e risarcimenti per i capi uccisi dai lupi. Firma qui.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata