Sono rimasti pochissimi esemplari di elefanti giovani in Vietnam. Le nascite sono sempre di meno e gli ambientalisti sperano di riuscire a salvare la specie.
Nella provincia di Dak Lak è stato costruito un centro di conservazione, sul modello di quelli di Thailandia e Birmania, dove li nutrono, ne controllano la salute, hanno speciali programmi di riabilitazione, curano quelli malati e sperano di salvarli dall’estinzione.
Questo è Gold, di appena un anno, che familiarizza e gioca con i veterinari del centro. I piccoli sono le mascotte, rappresentano la speranza per il futuro. Allo stato attuale, infatti, secondo gli esperti, gli elefanti scompariranno nell’arco di una generazione. Il loro numero in Vietnam è in costante calo e tra poco sarà troppo tardi. “Se non facciamo nulla – dice Willem Schaftenaar, veterinario del centro – tra 10 o 15 anni sarà davvero difficile trovare ancora elefanti in Vietnam”.
“Il fatto che ne siano rimasti così pochi esemplari rende ancora più importante il fatto che quelli che sono qui al centro vengano trattati nel miglior modo possibile. E non voglio dire che non devono essere usati per trasportare le persone. Ma è importante iniziare a creare un piccolo gruppo e allevarli insieme, in modo da spingerli a riprodursi”.
Gli elefanti qui sono importanti anche per il turismo. “E’ vero, l’elefante per noi è una risorsa importante – spiega Vinh, proprietario di elefanti – e noi lo consideriamo anche un animale divino”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata