Un gruppo di ricercatori dell’Imperial College di Londra ha fatto una nuova scoperta, infatti secondo loro se soffri di insonnia hai maggiore rischio di avere il diabete.

Dopo aver preso in esami le abitudini di 20.000 persone, gli studiosi inglesi sono giunti alla conclusione che sarebbe una proteina difettosa, MT2 il suo nome, che interviene nel ritmo di sonno e veglia interrompendolo e con esso variando anche il ritmo di rilascio dell’insulina.

A farne le spese il controllo dello zucchero nel sangue che risulta così sballato aumentando di conseguenza il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Il professor Philippe Froguel, dell’Imperial College di Londra ci spiega come: “Il controllo dello zucchero del sangue e’ uno dei molti processi regolati da orologio biologico del corpo questo studio ci fa comprendere meglio come il gene che ha con se’ un componente chiave per questo orologio possa influenzare il rischio di diabete”.

I ricercatori hanno quantificato il rischio di diabete tra i lavoratori a turni, e l’hanno trovato molto significativo: aumentato del 60%, accanto ad altre patologie come i disturbi cardiaci e l’obesità.

Un rischio evitabile dormendo, secondo gli esperti, 9-10 ore nelle due notti precedenti al turno, facendo attività fisica e riducendo il consumo di caffè.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata