Ogni anno negli Stati Uniti, migliaia di scimmie sono imprigionate nei laboratori, dove sono costrette a vivere in gabbie minuscole in acciaio o in contenitori di cemento, spesso sole e obbligate a subire esperimenti atroci prima di essere uccise in nome della sperimentazione animale. Le scimmiette subiscono ogni sorta di maltrattamento: vengono immobilizzate in dispositivi di ritenuta, costrette a diventare dipendenti da farmaci, deliberatamente infettate con malattie, sottoposte a chirurgia cerebrale invasiva, tormentate in esperimenti psicologici strazianti, e avvelenate con pesticidi e composti farmaceutici. Al National Institutes for Health, le scimmie cucciole, sono allevate per essere portate alla depressione, strappate dalle loro madri alla nascita, bloccate da sole dentro gabbie di metallo fredde, e sottoposte ad anni di esperimenti psicologici terrificanti che le portano alla pazzia. Un film dell’orrore senza senso che porta al limite la crudeltà umana verso gli animali. Non c’è ragione logica per giustificare questo abominio. Il video parla da se. Diciamo stop alla sperimentazione su tutti gli animali, non sono le torture verso di loro che ci salveranno la vita. Queste le atroci immagini del video sotto copertura di PETA girato all’istituto americano, che in pochi giorni ha raccolto 15 milioni di visualizzazioni.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata