Presentazione analisi indipendenti su campione donne incinta e dossier “Il veleno è servito”.  Il glifosato è una minaccia reale o una paura remota? La domanda è quantomai attuale dopo la classificazione dell’erbicida più utilizzato al mondo come probabile cancerogeno da parte della Iarc e l’assoluzione dell’Echa, l’agenzia europea delle sostanze chimiche.

Il Salvagente, in collaborazione con l’associazione A Sud, ha analizzato l’urina di 14 donne incinte. Non in Argentina, dove l’erbicida della Monsanto viene irrorato dagli aerei, ma in Italia, a Roma. Le donne che si sono volontariamente sottoposte allo screening, infatti, vivono in città, lontano da campi agricoli o da aree a rischio. Non solo. In un’intervista sulle loro abitudini alimentari, ci hanno anche detto di essere molto attente nella scelta del cibo che portano in tavola.

Dopo aver riscontrato, lo scorso anno, tracce di glifosato in diversi lotti di corn flakes, farine, biscotti, fette biscottate e pasta, abbiamo cercato di quantificare il pericolo di una contaminazione particolarmente insidiosa, dato che riguarda la gravidanza.

Tutto questo mentre si fa più acceso il dibattito europeo sulla sicurezza di questo erbicida. Proprio nei giorni scorsi sono state diffuse alcune indiscrezioni secondo le quali la Commissione europea starebbe per autorizzare il glifosato per altri 10 anni: un grave attacco per i cittadini europei che hanno affidato le loro preoccupazioni a una petizione che ha raggiunto in pochi mesi circa 800mila firme e punta al milione entro giugno. FIRMA ANCHE TU!

Durante la conferenza verranno presentati in anteprima il Dossier realizzato da Associazione A Sud, CDCA e Associazione Navdanya International “Il veleno è servito – Gifosato ed altri veleni dai campi alla tavola” e il numero speciale de Il Salvagente con tutti i dati delle analisi e un’inchiesta sul pesticida classificato come probabile cancerogeno dalla Iarc.

Mercoledì 24 maggio 2017 alle ore 11.00
via Ludovico di Savoia 2b, Roma

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata