In base ai primi risultati di una ricerca della Mineral Carbonation International (MCI) con l’Università di Newcastle, per creare materiali da costruzione verdi assorbendo anidride carbonica con il serpentino, si sarebbe arrivati a una nuova tecnologia sviluppata in Australia che cattura le emissioni di CO2, il maggiore dei gas serra e le trasforma in calcestruzzo e in altro materiale da costruzione. Il processo della durata di circa un’ora, partendo da grandi bombole di anidride carbonica è stato dimostrato dalla compagnia australiana Mineral Carbonation International (MCI) nell’Università di Newcastle a nord di Sydney, dove è stato avviato uno speciale programma di ricerca. La tecnologia comporta la combinazione permanente in carbonati solidi di anidride carbonica con polvere di serpentinite, la roccia i cui minerali si trasformano nella pietra ornamentale detta serpentino. Il processo imita, a velocità estremamente accelerata, la trasformazione naturale causata dalla pioggia e dagli altri agenti atmosferici che produce tipi comuni di rocce in milioni di anni. Il serpentino è una risorsa diffusa e disponibile prontamente, per assorbire la CO2. La sfida è di produrre i materiali in una scala sufficiente e a un prezzo più economico possibile.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata