Miami diventa sempre più animal friendly. Sarà, infatti, vietata la vendita cani e gatti da allevamento nei negozi di animali. Un importante passo per far capire alla gente che i nostri amici a quattrozampe non sono oggetti da comperare, a fronte delle migliaia di pelosi abbandonati nei rifugi. Si tratta di un miglioramento alla legge nazionale approvata nel 2014 che richiede ai negozianti di fornire le informazioni sugli allevamenti di provenienza degli animali. Con Miami sale a 50 il numero di città che ha preso una decisione analoga, 200 in tutti gli Stati Uniti. La misura è stata presa per combattere il business delle “fattorie di cuccioli”. I negozianti potranno “rifornirsi” dai rifugi locali adottandoli o vendendoli nei loro esercizi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata