Il mare sta soffocando: in media 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono ogni anno nei mari di tutto il mondo. Questo disastro può essere fermato. L’UE sta rivedendo le Direttive sui rifiuti: è una occasione da non perdere. Per questo Greenpeace ha lanciato una petizione per chiedere al Ministro di difendere il mare. Produciamo sempre più plastica usa e getta, molta più del necessario e riciclarla non basta. L’80% dell’inquinamento marino è fatto di plastica. Quest’invasione sta rapidamente trasformando i nostri mari nella più grande discarica del mondo. Nel Mediterraneo, residui di plastica sono stati trovati nello stomaco di pesci, uccelli marini, tartarughe e cetacei. Bisogna cambiare rotta e il momento per farlo è adesso. Al Ministro Galletti si chiede
• di garantire che la revisione delle norme UE consenta agli Stati Membri di ridurre al minimo la produzione di plastica.
• di adottare tutte le misure utili a ridurre la produzione di plastica e imballaggi usa-e-getta e di incoraggiare le buone pratiche e l’innovazione! Le 3 parole d’ordine sono: Riduci, Riusa… E poi Ricicla!

Ecco il link della petizione: http://www.greenpeace.org/italy/it/Cosa-puoi-fare-tu/partecipa/no-plastica/

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata