Sono bruciati vivi 20mila maiali, rinchiusi in gabbie dentro cui non potevano neanche muoversi. Ma i suoi allevamenti erano un inferno già da prima: maialini picchiati a morte se malati, sovraffollamento estremo, animali con ossa rotte e organi infetti. L’allevatore olandese Adriaan Straathof è famoso per questi orrori e per questo la Germania gli ha proibito di gestire allevamenti. Ora il resto dell’Europa deve fare lo stesso. Per questo, sulla piattaforma Avaaz.org è partita una petizione per chiedere alla Ue di sospendere i permessi finché tutti i suoi allevamenti non saranno in regola. Straathof vorrebbe continuare a fare affari come se nulla fosse, ma se esploderà uno scandalo le autorità saranno costrette a fare controlli più rigorosi.

Ecco il link della petizione: https://secure.avaaz.org/campaign/it/stop_pig_farm_torture_loc/?slideshow

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata