Svolta nelle ricerche sui tumori, ecco che arriva una notizia positiva entro il 2018 sarà disponibile un test del sangue che ci permetterà di individuare il tumore al polmone misurando il livello di una proteina. Una scoperta realizzata in Italia da ImmunePharma, uno “spin-off” accademico dell’Università di Salerno, e presentata al congresso della European Respiratory Society a Milano.

“Il test diagnostico si basa sull’individuazione di una proteina, appartenente al gruppo delle proteine caspasi, che è presente nel sangue dei pazienti con tumore ai polmoni in una quantità quasi cinque volte superiore rispetto a un soggetto sano.”  ha spiegato Rosalinda Sorrentino, Ricercatrice e CEO di ImmunePharma

Una scoperta che si traduce in un esame diagnostico che per la sua semplicità potrà essere prescritto non soltanto dal medico specialista, ma anche dal medico di medicina generale. Lo studio condotto da ImmunePharma ha coinvolto 120 soggetti e ha prodotto risultati decisamente positivi. Il test si è rivelato altamente selettivo e ha parametri statistici che superano il 95 per cento di selettività e soprattutto di specificità, per cui è decisamente preciso.

“Il test diagnostico potrebbe rappresentare una soluzione per i soggetti a rischio, come i pazienti con BPCO e i forti fumatori. Oggi il tumore viene individuato quando è a uno stadio avanzato, perché la diagnosi è occasionale”. confermano gli pneumologi Claudio Donner, presidente dellaFondazione Mondo Respiro e Paolo Zamparelli, presidente della Fondazione Giuseppe Moscati Sorrento Onlus

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata