Puigdemont in Belgio e riflessioni sul Medioriente

Carles Puigdemont è in Belgio, insieme a parte dei vertici del deposto governo della Generalitat catalana. La richiesta d’asilo è una delle carte da giocare, intanto l’attenzione è concentrata sugli sviluppi della situazione dopo la dichiarazione unilaterale d’indipendenza della Catalogna e il commissariamento della regione da parte di Madrid.

La puntata del Libro del Mondo sposta poi l’attenzione sul Medioriente e sulla Siria, dove dopo la liberazione di Raqqa inizia il difficile percorso della costruzione di un futuro di democrazia in quelle regioni. L’esempio del confederalismo democratico multietnico e multireligioso del Rojava è però l’unica risposta che potrebbe garantire la pace e una nuova storia per il Medioriente e non solo.