Carles Puigdemont è stato fermato in Germania, al termine di un’operazione dei servizi segreti spagnoli, che hanno seguito la sua auto e permesso alla polizia di arrestarlo mentre si recava al confine con il Belgio, dove ha spostato la sua residenza.

Intanto la Catalogna rimane bloccata: ipmossibile l’elezione di un presidente rappresentativo a causa dell’ingerenza del governo spagnolo. Le piazze si riempiono di gente pronta a rivendicare l’indipendenza e la liberazione dei parlamentari e politici arrestati. Intanto negli Stati Uniti Trump reagisce alla vicenda Skripal con l’espulsione di 60 diplomatici russi e con la chiusura del consolato a Siattle.

Anche negli Usa le piazze si riempiono di manifestanti contro le politiche del presidente legate alle armi.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata