Parliamo ora di cannabis sativa: dopo il via libera alla coltivazione e alla vendita della cannabis light, che la legge non ha comunque previsto di destinare all’uso umano lasciando aperti molti dubbi e troppe incertezze in un settore in fortissima espansione, il rischio è che posizioni proibizioniste fondate su pregiudizi e non supportate da dati scientifici e conoscenze adeguate, mettano a rischio oggi gli investimenti fatti nel settore in modo assolutamente legale. Ce lo spiega il dott. Lorenzo Calvi, medico

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata