Iniziativa in programma transfrontaliero Interreg Italia-Austria. Quindici giovani scienziati provenienti da laboratori di ricerca del Friuli Venezia Giulia e del Tirolo hanno preso parte alla prima Summer School sugli organoidi tumorali, svoltasi a Innsbruck (Austria). L’iniziativa rientra nel progetto transfrontaliero PreCanMed, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma Interreg Italia-Austria 2014-2020.

Le giornate formative si sono aperte con una lectio magistralis del professor Zlatko Trajanoski dell’Universita’ di Medicina di Innsbruck. ‘Il nostro scopo – spiega il coordinatore di PreCanMed, Stefan Schoeftner del Laboratorio Nazionale CIB attivo in Area Science Park – e’ stato quello di trasferire ai partecipanti competenze specifiche nell’utilizzo di questa potente tecnologia e nel design di nuove strategie di trattamento farmacologico dei tumori.

Nelle mani delle nuove generazioni di professionisti della ricerca scientifica, degli studenti delle scuole di dottorato e dei postdoc sta il futuro della nostra capacita’ di fare innovazione e di superare le sfide che la cura personalizzata dell’individuo e la medicina anticancro di precisione impongono’.

Per Ilenia Segatto, ricercatrice presso il Dipartimento di Ricerca Traslazionale del Centro di Riferimento Oncologico di Aviano, ‘in teoria e’ possibile sviluppare organoidi da diversi tipi di tessuto normale e di tumore, a partire da campioni di tessuto prelevati con le biopsie o da piccoli frammenti provenienti dagli interventi chirurgici.

Ogni tipo pero’ richiede la messa a punto di specifiche condizioni di coltura. Per questo e’ utile poter scambiare conoscenze ed esperienze con altri ricercatori e avere opportunita’ per analizzare insieme, in dettaglio, le fasi piu’ critiche della messa a punto e dello studio di questi sistemi’.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata